Sei in : Home Page > News

Il Comitato Expo Venezia in visita ai territori dell'Unione dei Comuni 'Città della Riviera del Brenta'

Dal 12/02/2014 al 13/02/2014

Si è svolto il 10 febbraio, presso il Centro Civico del Comune di Campagna Lupia, l’incontro del Comitato Expo Venezia con le amministrazioni comunali che fanno parte dell’Unione dei Comuni ‘Città della Riviera del Brenta’ e con parti sociali, associazioni di categoria e soggetti economici. Presenti il Presidente Delegato dell’Expo on. Laura Fincato, il Presidente dell’Unione Mariamaddalena Gottardo (Sindaco di Dolo), i Sindaci di Fossò - Federica Boscaro, di Fiesso d’Artico - Andrea Martellato e di Campagna Lupia – Fabio Livieri.

Gli interventi della mattinata sono stati moderati da Renato Trincanato, consigliere dell’Unione delegato al Turismo. Durante il suo intervento Laura Fincato ha precisato il ruolo di ‘cabina di regia’ del Comitato Expo Venezia, soggetto coordinatore di tutte le iniziative mirate allo sviluppo delle potenzialità del sistema locale veneziano. Questo coordinamento, con la messa in rete di tutte le proposte pervenute al Comitato stesso, ha consentito la realizzazione di un masterplan ed di un action plan, che potranno - e dovranno - diventare opportunità di sviluppo del territorio.

Il masterplan ‘VENICEtoEXPO 2015’ sarà la vetrina di tutte le iniziative dell’area, con un unico comun denominatore: il bacino delle acque. Il tema scelto per l’area metropolitana veneziana - ovvero del territorio tutto che si estende come naturale prosecuzione della città di Venezia nella terraferma - sarà poi declinato in varie sottotematiche sempre correlate al tema di Expo Milano 2015: ‘Nutrire il pianeta – energia per la vita’.

Molto seguito e partecipato l’intervento di Laura Fincato, che ha sottolineato come l’insieme di queste attività debba diventare ‘un punto di partenza e non di arrivo al 2015, un momento in cui i territori si organizzano creando quella legacy che mai come ora si sente la necessità di saldare’. E’ toccato poi a Mariamaddalena Gottardo, con i colleghi di Fiesso d’Artico, Fossò e Campagna Lupia, illustrare il progetto presentato dall'Unione dal titolo: ‘Riviera del Brenta: l’acqua che unisce e lega i territori, le attività e le tradizioni, tra il Brenta il Cornio e la laguna Sud’.

‘Il progetto, perfettamente in linea con la tematica che il Comitato stesso promuoverà’ – ha spiegato Gottardo – ‘racchiude le potenzialità, le eccellenze e l’intera offerta del territorio che amministra l’Unione dei Comuni. Il fiume Brenta che tra Dolo e Fiesso ospita tra le più belle Ville Venete, l’area di Fossò che è lambita dal “Minor Medoacus” - ora Cornio - che va a sfociare nelle acque vallive della Laguna Sud nel territorio di Campagna Lupia - ora patrimonio dell’UNESCO: le vie d’acqua concorrono alla promozione e al marketing di un territorio che offre arte, cultura ed eccellenze agroalimentari, oltre che produzioni uniche al mondo nell'ambito del Distretto della Calzatura della Riviera del Brenta’.

L’accento è stato posto anche sull’ampia e variegata offerta ricettiva del territorio: dall’albergo tradizionale alle dimore storiche fino ai Bed & Breskfast in case coloniche nella campagna veneta. Attenzione particolare è stata poi dedicata all’offerta culinaria: dalle trattorie tradizionali ai ristoranti in cui l’arte della cucina a base di pesce rappresenta da sempre un ‘brand’ inconfondible, per chiudere con gli agriturismi e le fattorie didattiche, che, insieme alle rivendite dirette di prodotti agroalimentari o di prodotti DOC - quali il vino ‘Riviera del Brenta’ - caratterizzano un’area nella quale il turista può soddisfare ogni esigenza, anche emozionale.

Tutte queste eccellenze sono diventate un prodotto tecnologico, sviluppato nell’app mobile ‘Le delizie della Brenta’, realizzata per smartphone e tablet e tradotta in 6 lingue: oltre all’italiano in inglese, francese, tedesco, russo e cinese. Un ringraziamento speciale è dunque andato al Centro Studi Riviera del Brenta e al Dipartimento di Economia dell’Università Cà Foscari di Venezia. Il professor Nicola Camatti, in rappresentanza proprio dell’Università Cà Foscari, ha poi relazionato sulla situazione macroecnomica nella quale si contestualizza l’evento ‘Expo 2015’, e ha stilato un’attenta analisi sulle potenzialità di attrattività e di competitività turistica in riferimento ai moderni modelli di comunicazione tecnologica.

Hanno presenziato all’incontro molti rappresentanti delle istituzioni - Regione Veneto, Provincia di Venezia, Soprintendenza di Venezia, Istituto Regionale Ville Venete, Consorzio di Bonifica ‘Acque Risorgive’ - ma anche delle categorie economiche - Confcommercio, Confesercenti - e degli imprenditori - Coldiretti, CIA, Confagricoltura, Associazione Veneziana Albergatori. Interesse vivo è stato espresso anche da parte di operatori turistici, aziende di trasporto fluviale, agenzie di viaggio, associazioni che si occupano di smart city, comunicazione e fondazioni di comunità.

In chiusura, dopo un veloce assaggio di squisite specialità gastronomiche preparate dagli studenti dell'Istituto Scolastico Professionale Cesare Musatti di Dolo, il pomeriggio è stato dedicato a una visita alle eccellenze dell’area dei Comuni dell’Unione: l’Idrovora di Lova, con i suoi macchinari dell’inizio del secolo scorso, perfettamente funzionanti e mantenuti – presso la quale è stata evidenziata dal Presidente del Consorzio di Bonifica ‘Acque Risorgive’ l’importanza della sicurezza idraulica dei territori - e infine il distretto calzaturiero di Fossò e Fiesso d'Artico, con visite a una fabbrica e a un outlet di vendita diretta.